Ti auguro tempo

IMMAGINO LA SCENA… sì mi immagino

In ginocchio in una strada molto frequentata, battuta da tanta gente. Mi immagino in una posizione di inferiorità, in ginocchio così come spesso attualmente mi capita di vedere sui marciapiedi che percorro abitualmente. Beh insomma provo a fere un esercizio di immaginazione nello stare in ginocchio per strada con un cappello in mano per chiedere… non denaro o cibo, ma TEMPO: tutte le ore che altri hanno sprecato!

Mi sentirei come una “bambina birichina” che fa richieste assurde, quasi surreali come a volte fanno i bambini, che in modo paradossale ci invitano a farci domande alle quali spesso non sappiamo dare risposte.

CAMBIO PROSPETTIVA

A me farebbe un certo effetto incontrare qualcuno che mi chiedesse di buttare nel suo cappello le “MIE ORE SPRECATE”.

Questa richiesta mi colpirebbe come uno schiaffo inaspettato in pieno viso, mi costringerebbe a fermami dolorante, un po’ stordita e poi mi sveglierebbe a fermare il TEMPO… e a guardare dentro la mia vita e il mio tempo e a come riempio, utilizzo, valorizzo, inzeppo, incastro, modifico, cerco, e perdo… le MIE ORE.

Anni fa un mio caro amico mi disse che “dovevo fare pace con il tempo”; allora questa affermazione mi sembrò alquanto strana e anche un po’ offensiva, ma ad oggi credo che avesse ragione, nel senso che io ero sempre di corsa e in affanno nel fare e nel cercare il tempo giusto per fare le mie scelte e le mie cose ed ero sempre o con il rammarico di “non aver fatto abbastanza e in tempo” secondo le mie e altrui aspettative o con il timore di “non fare in tempo” a fare tutte le cose che volevo, nel futuro!

Ancora oggi quando mi succede di ricadere in quell’affanno mi accorgo che non sto in contatto con me con il mio tempo interiore e con il mio respiro, tutta presa a “fare” cose per sentirmi a posto, ma poco connessa pienamente con le mie ore, il mio tempo ricevuto come dono.

Una frase che mi porto nel cuore grazie a Padre Andrea Schnoller, il padre francescano con cui ho mosso i miei primi passi nella pratica meditativa di consapevolezza, è “Sii presente a te stessa”, una frase che mi ricordo e mi dico ogni volta che mi accorgo di stare con il pilota automatico inserito e senza piena coscienza di me e del mio tempo.

E allora mi chiedo quali ORE SPRECO oggi? e a questa domanda sento sempre più che non dipende soltanto da ciò che ci metto dentro, se lavoro, telefono ad una amica, scrivo una mail, leggo un libro, ascolto mio figlio, guardo un tramonto da casa (ho la fortuna di vedere tramontare il sole sul mare), porto fuori il cane, o faccio la spesa, ma da come vivo queste ore, se sono pienamente lì presente e dedita a ciò che sto facendo o già presa dai pensieri e preoccupazioni per ciò che verrà dopo…

Ecco allora sento le mie ore sprecate quando non sono pienamente in contatto con la Realtà Presente, ma già in un altro tempo o in un altro luogo.

Ecco, per questo Anno Nuovo che mi si presenta, voglio decidere di non sprecarlo.

Cioè di stare pienamente in contatto con ciò che mi sarà donato di vivere, sia le occasioni di incontro, di vita e di situazioni non cercate ma che capitano e che mi parlano solo se saprò vederle e ascoltarle e serbarle nel cuore…

Infine per farci gli auguri di un buon tempo e anno 2016 chiudo la mia condivisione con una poesia di Elli Michler.

Non ti auguro un dono qualsiasi,

ti auguro soltanto quello che i più non hanno.

Ti auguro tempo,

per divertirti e per ridere,

se lo impieghi bene potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo per il tuo fare e il tuo pensare,

non solo per te stesso,

ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo non per affrettarti a correre,

ma per essere contento.

Ti auguro tempo,

non soltanto per trascorrerlo,

ti auguro tempo perché te ne resti.

Tempo per stupirti,

tempo per fidarti,

e non soltanto per guardarlo sull’orologio.

Ti auguro tempo

Per guardare le stelle

E tempo per crescere,

per maturare.

Ti auguro tempo

Per sperare nuovamente

E per amare.

Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo

per trovare te stesso,

per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora

come un dono.

Ti auguro tempo

Anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo,

tempo per la Vita.

Un buon “tempo” non sprecato a tutti.

Claudia Magliocchetti

Associazione L’Aratro e la Stella