Latest Headlines
  • Tempo del Nome, della Parola e dell'Identità

    4° VERSO UNA META CHE NON HA NOME

    Tempo del Nome, della Parola e dell'Identità

    Continua a leggere...

  • Incontro - sabato 21 maggio

    LA LEGGEREZZA

    Incontro - sabato 21 maggio

    Continua a leggere...

  • Il mulino a vento poggia su solide mura. Circolari. Bianche. Penso a Ashraf, migrato in cerca di vita. Chiude il suo passato in uno zaino e parte. Arriva in Italia e inizia ad incontrare muri di diversa sorta: il muro...

    La goccia sul muro

    Il mulino a vento poggia su solide mura. Circolari. Bianche. Penso a Ashraf, migrato in cerca di vita. Chiude il suo passato in uno zaino e parte. Arriva in Italia e inizia ad incontrare muri di diversa sorta: il muro...

    Continua a leggere...

  • Cosa intende l’autore quando dice che “Il mondo non è comprensibile”, e soprattutto cosa intende per “abbracciabile”?. In attesa di leggere il testo di Martin Buber da cui è tratta questa frase, commentarla  è occasione di riflessione, di ascolto interiore...

    Accettare la realtà abbraciandola

    Cosa intende l’autore quando dice che “Il mondo non è comprensibile”, e soprattutto cosa intende per “abbracciabile”?. In attesa di leggere il testo di Martin Buber da cui è tratta questa frase, commentarla  è occasione di riflessione, di ascolto interiore...

    Continua a leggere...

  • Due questioni mi hanno interrogato in questi giorni di festa: il rotolare di una grossa pietra e la domanda  “Chi cercate?”. Esse emergono dal racconto evangelico riferito alle ore successive alla crocifissione di Gesù il nazareno. Vorrei provare a condividere...

    La pietra e la domanda

    Due questioni mi hanno interrogato in questi giorni di festa: il rotolare di una grossa pietra e la domanda  “Chi cercate?”. Esse emergono dal racconto evangelico riferito alle ore successive alla crocifissione di Gesù il nazareno. Vorrei provare a condividere...

    Continua a leggere...

  • La vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii. Una volta una mia amica, appassionata di Yoga e di filosofie orientali, mi disse, nel suo italiano fortemente austriaco e sgrammaticato,...

    La vita è come un’eco

    La vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii. Una volta una mia amica, appassionata di Yoga e di filosofie orientali, mi disse, nel suo italiano fortemente austriaco e sgrammaticato,...

    Continua a leggere...

  • “Sempre devi avere in mente Itaca – raggiungerla sia il pensiero costante. Soprattutto non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo, per anni…” Si racconta che Ulisse avesse saputo da un oracolo che se fosse partito per Troia non...

    Ancora non è ora di arrivare

    “Sempre devi avere in mente Itaca – raggiungerla sia il pensiero costante. Soprattutto non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo, per anni…” Si racconta che Ulisse avesse saputo da un oracolo che se fosse partito per Troia non...

    Continua a leggere...

  • I miei genitori mi hanno fatto molti doni, tra questi il non aver mai chiuso la porta di casa. Di comune accordo, sulla base di un comune sentire, la loro casa era aperta per tutti. Quando ero piccola vi erano...

    La casa aperta

    I miei genitori mi hanno fatto molti doni, tra questi il non aver mai chiuso la porta di casa. Di comune accordo, sulla base di un comune sentire, la loro casa era aperta per tutti. Quando ero piccola vi erano...

    Continua a leggere...

  • Galleria di foto all'interno.
L'ex convento francescano del 1500 nella splendida cornice del borgo medievale in Sabina

    Convento S. Andrea Collevecchio

    Galleria di foto all'interno. L'ex convento francescano del 1500 nella splendida cornice del borgo medievale in Sabina

    Continua a leggere...

  • Marinella:  Grazie per tutti i doni che ci avete elargito nelle due giornate trascorse insieme. Quel fuoco che avete ravvivato nel mio immaginario cammino, usando speciali attizzatoi, arde ancora  dentro di me  e continua a produrre… scintille. Non so ancora...

    Voci dal Terzo Approdo

    Marinella:  Grazie per tutti i doni che ci avete elargito nelle due giornate trascorse insieme. Quel fuoco che avete ravvivato nel mio immaginario cammino, usando speciali attizzatoi, arde ancora  dentro di me  e continua a produrre… scintille. Non so ancora...

    Continua a leggere...